loader
Pompetravaini Spa

TRHC 80-600/1 old style, new style!

Alberto Bacchetta (Area Manager Italia)


News

15 Maggio 2021

Dice chi se ne intende davvero di “vuoto” e che per comodità da oggi chiameremo “Carletto Ti”, dice, scrivevo, che la pompa per vuoto a due giranti garantisce una “riserva di ossigeno” in prossimità del traguardo che le pompe “mono girante” non possono più assicurare.
Proprio quando non “ne hai più” e le forze ti stanno abbandonando, vedi il traguardo ma questo sembra essere sempre più lontano, la “bi-stadio” permette qualche “cosina” in più che assicura di raggiungere un grado di vuoto spinto difficilmente raggiungibile dall’altra soluzione.
Dice ancora “Carletto Ti” che una bistadio, in quanto supportata bilateralmente, assicura una robustezza inimmaginabile per una mono stadio montata a sbalzo.
A dirla tutta non è necessario essere un guru del vuoto per capirlo..
Conclude dicendo anche che la TRHC 80-600/1 sulla quale è stata aggiunta le regolazione assiale delle giranti assicura una facilità di montaggio “fanciullesca”.

Forse è il caso che si spieghi meglio.

Premessa d’obbligo, il corretto posizionamento delle giranti all’interno della pompa risulta essere “conditio sine qua non” perché la pompa non grippi e perché la portata di target sia assicurata.

Farlo, non è da tutti, il meccanico destinato alla manutenzione deve essere davvero bravo.

La regolazione assiale eseguita a pompa già montata permette, attraverso una serie di viti che “tirano” e “spingono” le giranti a piacere, di eseguire il centraggio alla perfezione e senza la necessità che lo faccia un meccanico esperto.

Per riassumere “Carletto Ti” ci sta dicendo che la nuova pompa per vuoto progettata e costruita nella fabbrica di Pompetravaini risulta essere una “bistadio”, è supportata in entrambi i lati e permette di regolare le giranti anche ad un meccanico alle prime armi.

In “soldoni”, più robusta e quindi meno soggetta ad usura, e quindi a costos e manutenzioni ed altrettanto inopportuni “fermo impianto”.

Più facile e semplice da “metterci mano” così che ci fosse la necessità, il tutto si risolverebbe in pochi minuti, compreso il blocco della produzione.

Cosa vuoi di più?

Sapere come si chiama, magari anche quale sia la sua portata nominale, che motore necessita.

Tutto questo lo dico io, la pompa si chiama TRHC 80-600/1, ha una portata nominale di aria satura a 50 Hz di 675 m3/h e necessita di un motore da 22 kw.

E dico anche che tutte le informazioni tecniche sono immediatamente, facilmente e gratuitamente scaricabili dal ns. sito www.pompetravaini.com